Costi per risolvere la Parodontite

costi-cura-piorrea

Le terapie per la cura della parodontite hanno costi estremamente variabili e dipendono ovviamente dalla gravità della situazione. Il costo di una terapia sicuramente può spaventare e per questo motivo da un lato è fondamentale agire il prima possibile con la prevenzione e dall’altro trovare strutture che possano calibrare le terapie in base alle esigenze di tempo e budget del paziente.

In questo articolo cercheremo di capire indicativamente quali elementi sono necessari per una corretta terapia della parodontite e avere un’indicazione sui costi, anche se è fondamentale effettuare una visita per capire bene a cosa si andrà incontro a livello di terapia, costi e tempi. Gli approcci che potrai trovare saranno molteplici così come i range di costo che dipendono da moltissimi fattori!

Innanzitutto la cosa ideale per essere sicuri è di trovarsi di fronte ad un professionista della parodontite: il parodontologo.

Il parodontologo ha infatti focalizzato la sua attività nel trattamento delle problematiche parodontali e per questo ha una maggiore esperienza in questo settore, cosa decisamente indicata quando si tratta della propria salute!

Infatti spesso e volentieri dentisti con meno esperienza possono sottovalutare il problema, dire che non c’è soluzione o iniziare ad adottare terapie poco efficaci o perfino dannose come estrazioni multiple di molti denti per poi sostituirli con protesi od impianti.

Dopo la visita completa per capire il grado dell’infezione parodontale è innanzitutto necessario completare la diagnosi grazie agli esami specialistici.

Il primo passaggio fondamentale è infatti l’inquadramento diagnostico, per capire esattamente la gravità del problema e poter impostare un piano di cura corretto e personalizzato.

Gli esami diagnostici standard sono quelli radiologici, tra cui il più comune è lo status radiologico, un insieme di 16 lastrine endorali che permette di visualizzare la situazione ossea ed evidenziare anche altre vari problemi ai denti. Lo status è nettamente diverso dalla panoramica, detta ortopantomografia, in quanto è un esame di screening extraorale che non permette di prendere decisioni cliniche importanti.

Il costo dello status è variabile dai 120 ai 250 euro.

Il secondo esame diagnostico fondamentale, segno anche distintivo di aver di fronte un parodontologo, è il sondaggio o cartella parodontale.


E’ una valutazione clinica che si avvale di uno strumento millimetrato non appuntito chiamato sonda. Sulla cartella parodontale, che riproduce come in una mappatura la “topografia” della bocca, vengono riportate:

  • le recessioni gengivali in millimetri
  • 6 valori di tasca per dente
  • la mobilità dentale in 3 gradi
  • la presenza di sanguinamento
  • la presenza di suppurazione
  • il coinvolgimento delle forcazioni
  • gli indici di placca

Questo esame, dal costo variabile dai 70 ai 250 euro, è fondamentale in fase diagnostica per capire la gravità della situazione ed impostare la terapia, nonché successivamente per poter valutare, durante la fase detta di rivalutazione, i risultati terapeutici in modo oggettivo.

Oltre a questi esami, che come già detto sono la base diagnostica, alcuni centri eseguono utili ed accurate indagini di biologia molecolare, volte ad analizzare la carica batterica e la predisposizione genetica, ossia i “protagonisti” della patologia. Questi esami possono essere estremamente utili nell’impostare la terapia ed è importante la ripetizione dell’esame microbiologico al termine della terapia per poterla validare e verificare quindi l’avvenuta eliminazione dei principali batteri patogeni.

L’esame microbiologico ha un costo tra i 100 ed i 200 euro, stessa cosa per il genetico, che è utile per capire il grado di predisposizione del paziente e guidare il clinico nella cura e nella fase di mantenimento.

Una volta completata la fase diagnostica, i costi dipenderanno dalla gravità della situazione, dalle eventuale necessità di terapie dentali (carie, estrazioni, devitalizzazioni…) e dall’approccio terapeutico messo in atto.


La prima fase di ogni terapia è ovviamente quella causale, volta all’eliminazione non chirurgica del tartaro sopra e sotto gengivale.

La classica detartrasi ha costi veramente variabili, ma diffidate da chi la attua a prezzi troppo bassi.

Spesso infatti viene fatta grossolanamente ed in tempi troppo rapidi per poter garantire l’eliminazione del tartaro. Una seduta di pulizia professionale deve durare almeno 45 minuti/1 ora e comprendere anche la lucidatura e la motivazione all’igiene domiciliare.
I prezzi, considerando anche i prezzi delle cliniche low-cost, variano da 20 ai 120 euro.

La semplice detartrasi non è sufficiente a curare la parodontite!

La fase successiva riguarda l’eliminazione del tartaro sottogengivale con le sedute chiamate di curettaggio o di levigatura radicolare. Queste possono essere fatte in una seduta, con i protocolli di full-mouth disinfection, o in 4 sedute, una per quadrante.
Il costo per una terapia completa della bocca varia dai 350 euro fino ai 6-700 euro.

In seguito, dopo rivalutazione, i protocolli terapeutici possono essere molto variabili a seconda del dentista scelto. Questa fase serve a trattare le tasche residue sopra i 5 mm ossia patologiche, non guarite al seguito della terapia causale non chirurgica.

I protocolli di chirurgia convenzionale, dette levigature a cielo aperto, possono costare dai 250 ai 500 euro circa l’una.
Le chirurgie più raffinate, eseguite solo da paradontologi, come quelle resettive e quelle rigenerative, possono arrivare a costi anche sopra i 1000 euro a seduta a seconda anche dei materiali da innesto rigenerativi utilizzati.

Ancora più variabile è il costo delle terapie LASER. La prima grosso variabile è il tipo di approccio ed il tipo di LASER scelto.In caso di LASER a diodi con terapie di qualche minuti eseguite solo in poche tasche il costo può essere anche di 50-150 euro a seduta. Alcuni igienisti o dentisti fanno pagare invece a singola tasca trattata, con prezzo di 20-50 euro a tasca.

Ovviamente le sedute vanno ripetute in cicli di durata variabile.

Diverso invece è l’approccio che prevede la decontaminazione integrale della bocca con sedute di LASER completi, in cui con i laser a neodimio, più raffinati di quelli a diodi, si tratta ogni volta l’intera bocca per decontaminarla integralmente. Queste sedute durano anche 3 ore anche se non sono particolarmente fastidiose ed eseguite spesso senza anestesia.

I costi di queste sedute variano dai 500 ai 900 euro a seduta. Riguardo a protocolli LASER particolari, come quello LANAP ad esempio, i costi possono essere molto elevati anche se però basta a volte una seduta sola. I costi di questo protocollo sono di 3-5000 euro.



E’ quindi ovvio come i costi siano estremamente variabili. Il primo fattore da valutare rimane quindi quello della gravità. Il consiglio è quello di affidarsi a dei professionisti che eseguano in primis la fase diagnostica (costo globale tra i 300 ed i 900 euro a seconda delle analisi effettuate) e che non passino subito a terapie invasive come estrazioni, impianti o chirurgie.

La spesa della fase diagnostica non va vista come un solo costo ma è fondamentale per una terapie corretta e rivalutabile in modo oggettivo. Riguardo alla terapia causale è preferibile affidarsi a professionisti che usino sistemi di ingrandimento e strumenti avanzati, sia con protocolli a quadranti sia con quelli mono-seduta.

Riguardo al mondo LASER, l’approccio più corretto è sicuramente quello dei laser completi, che permette di decontaminare efficacemente la bocca integralmente, piuttosto che l’utilizzo, anche se meno costoso, del LASER solo nelle tasche più gravi.

A completezza di informazione, per garantire una terapia dai risultati più oggettivi possibili, preferite centri che effettuino sondaggi e fotografie prima e dopo la terapia, in modo da avere riscontro sull’effettivo miglioramento o meno della propria bocca.

Da non dimenticare ovviamente il costo, a vita, della terapia di mantenimento, che è l’investimento più importante per preservare i propri denti ed i risultati della terapia! Andranno effettuate pulizie periodiche ogni 3-4 mesi ed un controllo completo all’anno possibilmente con sondaggio e alcuni esami radiologici.

Se sei preoccupato dei costi della terapia parodontale ma vuoi risolverla preservando al massimo i tuoi denti ed effettuando terapie poco invasive, dacci una possibilità. Uno dei nostri punti di forza è calibrare le terapie sulla base delle tue esigenze di tempo e di budget,  permettendoti quindi, grazie anche alle numerose modalità di pagamento anche dilazionate a tasso zero, di affrontare con serenità la tua terapia!

  • Visite: 50175
  • Terapia Laser Microdent

    I centri Microdent adottano una terapia parodontale minimamente invasiva dai risultati validati oggettivamente grazie ad accurate analisi di laboratorio. I valori aggiunti sono una approfondita diagnosi seguita da una terapia di tutta la bocca con l’ausilio del microscopio e del Laser a neodimio, più potente ma meno fastidioso dei “comuni” Laser a diodi.
  • Diagnosi Strumentali

    Dato fondamentale per elaborare la diagnosi è il sondaggio parodontale, detto anche cartella parodontale, ossia una “mappatura” di tutta la bocca che permette di valutare e monitorare nel tempo la situazione.
  • Nuova Sede Microdent per il Sud Italia

    A Salerno, all’interno del palazzo di cristallo di via Santi Martiri Salernitani 15, è presente la sede di Microdent, centri con un’importante e decennale esperienza nel trattamento non chirurgico minimamente invasivo della parodontite...

    Sappiamo quanto siano importanti le certezze!

    I protocolli Microdent sono stati sviluppati in oltre 30 anni di pratica, migliaia di ore di studio e oltre 4300 pazienti trattati.

    Lavoriamo ogni giorno per migliorare la vita delle persone affette da problemi parodontali.

    La nostra volontà è quella di offrire le soluzioni più adatte in base alla persona, offrendo professionalità e competenza.

    Cura della parodontite in Sintesi

    Una storia lunga ormai 30 anni, fatta di passione per il proprio lavoro, amore per la tecnologia e con una sola missione: debellare la parodontite nei nostri pazienti con le tecniche meno invasive ed efficaci, preservando i denti il più possibile e abbattendo la paura del dentista.

    Dentista Bologna

    Microdent Dental SPA

    Dott. Simone Stori – Dentista Bologna – Esperto Cura della parodontite Dr. Simone Stori Iscritto all'Ordine degli Odontoiatri di Bologna numero 1575 P.IVA 07217640726

    © Microdent. Riproduzione Vietata anche se parziale - Powered by Mario Pompilio.