Gengive Gonfie terapia gengivite

Sintomi e cura piorrea

Il solco gengivale è il punto di adesione preferenziale per i batteri della bocca che, se non rimossi con una costante attività di igiene orale domiciliare, si accumulano in un aggregato denominato biofilm o placca batterica.L’accumulo crea infiammazione che si manifesta anche col gonfiore gengivale e se non rimossa può creare nel lungo periodo una parodontite!

"Se ho le gengive gonfie soffro di parodontite?”

Il gonfiore è uno dei segni più frequenti, essendo uno dei segni dell’infiammazione insieme al rossore ed al sanguinamento nonchè al dolore, di solito alla palpazione e durante lo spazzolamento.

E’ un sintomo molto fastidioso quindi che spesso può essere risolto in modo veloce e non invasivo qualora non sia legato alla presenza di ascessi più gravi.

E’ importante evitare di assumere antibiotici o fare terapie “fai da te” che non siano pulirsi in modo più accurato! La cosa ideale è rivolgersi al proprio dentista o igienista per un controllo per capire la causa e trattare, spesso in modo semplice ed economico, il gonfiore alla gengiva.

La parodontite colpisce i tessuti di supporto del dente: osso, legamento parodontale e cemento radicolare.

Questa infezione, quando non viene trattata, causa un progressivo riassorbimento osseo con distruzione del relativo attacco di collegamento chiamato legamento, nel suo stadio più avanzato, può portare alla perdita dei denti.

Il dente è formato dalla corona - parte visibile - e dalla radice - non visibile in condizioni di salute - inserita all’interno di una cavità ossea detta alveolo, ed è collegato al supporto osseo tramite delle fibre, che vanno a costituire il legamento parodontale.

Nel punto di passaggio tra corona e radice le fibre si attaccano direttamente alla gengiva costituendo così un sigillo che impedisce ai batteri di penetrare negli spazi sottostanti. Nel realizzare questo collegamento col dente la gengiva forma una piccola plica, il solco gengivale, che in condizioni di salute è profondo non più di due-tre millimetri.

La placca si concentra nelle zone più difficilmente raggiungibili con i semplici strumenti di igiene domiciliare (spazzolino, filo interdentale, scovolini), si indurisce, diventando tartaro, e rende necessario un secondo livello di igiene orale, definito professionale, che si effettua sulla poltrona dell’odontoiatra o dell’igienista dentale. I batteri non rimossi dalle manovre di igiene sopra descritte attivano dei processi infiammatori che coinvolgono inizialmente solo la gengiva (gengivite), ma che cronicizzandosi distruggono l’attacco di collegamento tra dente e gengiva e provocano il riassorbimento osseo dando inizio alla parodontosi. Lo spazio che si forma così tra le radici dei denti e le gengive si definisce tasca parodontale.

Siccome la gengivite precede sempre la parodontite è importante accorgersi di questo stadio, per curarlo in modo rapido e risolutivo, data la sua reversibilità.

La parodontite è inizialmente una patologia abbastanza subdola, poiché non presenta sintomi evidenti.

Solo lo specialista può accorgersi della sua presenza evidenziando nelle radiografie un’anatomia ossea non ideale e misurando con una sonda - strumento millimetrato non appuntito - il solco gengivale.

All’insorgere della malattia contribuiscono fattori genetici, che determinano la suscettibilità individuale, e una serie di cofattori:

  • bio meccanici ( carico occlusale incongruo o precontatti su restauri protesici )
  • biologici (patologie associate quali malattie autoimmuni, il diabete ed altre endocrinopatie )
  • comportamentali ( fumo, dieta, assunzione di determinati farmaci)
  • gravi episodi di stress psico-fisico.

La malattia parodontale è causata da una moltitudine di batteri e per questo è detta polimicrobica. Basti pensare che nel cavo orale si possono trovare centinaia di specie batteriche diverse e che più del 50% può considerarsi patogena.

Questa peculiarità rende la parodontite non trattabile mediante l’uso di antibiotici. Altra caratteristica importante è la sitospecificità, che fa sì che l’infezione si manifesti in maniera più o meno aggressiva su un dente piuttosto che su un altro; non solo, ma è possibile riscontrare differenze, in termini di gravità, anche sulle diverse superfici di uno stesso dente.

Se hai le gengive gonfie e vuoi capire il motivo e trovare una soluzione efficace, contattaci!

  • Visite: 5299
  • Terapia Laser Microdent

    I centri Microdent adottano una terapia parodontale minimamente invasiva dai risultati validati oggettivamente grazie ad accurate analisi di laboratorio. I valori aggiunti sono una approfondita diagnosi seguita da una terapia di tutta la bocca con l’ausilio del microscopio e del Laser a neodimio, più potente ma meno fastidioso dei “comuni” Laser a diodi.
  • Diagnosi Strumentali

    Dato fondamentale per elaborare la diagnosi è il sondaggio parodontale, detto anche cartella parodontale, ossia una “mappatura” di tutta la bocca che permette di valutare e monitorare nel tempo la situazione.
  • Nuova Sede Microdent per il Sud Italia

    A Salerno, all’interno del palazzo di cristallo di via Santi Martiri Salernitani 15, è presente la sede di Microdent, centri con un’importante e decennale esperienza nel trattamento non chirurgico minimamente invasivo della parodontite...

    Sappiamo quanto siano importanti le certezze!

    I protocolli Microdent sono stati sviluppati in oltre 30 anni di pratica, migliaia di ore di studio e oltre 4300 pazienti trattati.

    Lavoriamo ogni giorno per migliorare la vita delle persone affette da problemi parodontali.

    La nostra volontà è quella di offrire le soluzioni più adatte in base alla persona, offrendo professionalità e competenza.

    Cura della parodontite in Sintesi

    Una storia lunga ormai 30 anni, fatta di passione per il proprio lavoro, amore per la tecnologia e con una sola missione: debellare la parodontite nei nostri pazienti con le tecniche meno invasive ed efficaci, preservando i denti il più possibile e abbattendo la paura del dentista.

    Dentista Bologna

    Microdent Dental SPA

    Dott. Simone Stori – Dentista Bologna – Esperto Cura della parodontite Dr. Simone Stori Iscritto all'Ordine degli Odontoiatri di Bologna numero 1575 P.IVA 07217640726

    © Microdent. Riproduzione Vietata anche se parziale - Powered by Mario Pompilio.