Terapia rapida per la parodontite

Terapia e cura piorrea

Quanto tempo serve per curare la parodontite?

Ci sono domande come questa che tutte le persone affette dalla piorrea si sono posti o hanno rivolto al proprio dentista.

Ovviamente i tempi di trattamento, e le sedute, dipendono da vari fattori: dalla terapia scelta, dalla gravità dell’infezione, dalla condizione iniziale, dal budget e da tante altre cose.

Quanto dura la terapia parodontale?

Quanto tempo ci vuole per curare la parodontite?

Quante sedute sono necessarie?

Ad esempio, in moltissimi casi, il nostro metodo si presta a delle terapie che permettono di accorciare i tempi e le attese, grazie all’utilizzo di recenti tecnologie che permettono una minore invasività e una maggiore precisione, come l’utilizzo del LASER operatorio e del microscopio.

Si tratta di un metodo con cui abbiamo raggiunto risultati eccezionali in un gran numero di pazienti, oltre 4300, in molti casi salvando i denti naturali che altri dentisti avevano proposto di estrarre.

Magari sei interessato al nostro metodo ma:

  • vivi fuori Bologna
  • hai poco tempo
  • hai paura del dentista
  • temi di prolungare le cure per troppo tempo

Ma sarebbe possibile fare tutto IN UN’UNICA SEDUTA?

Magari ti sorprenderà sapere che, in alcuni casi, questo è possibile!

Si tratta di un’unica lunga seduta dal dentista attraverso un metodo “rapido”, evoluzione della terapia LANAP americana.

La nostra terapia “rapida” per il trattamento della parodontite o piorrea è indicata:

  • a chi ha una parodontite moderata o anche in stadio avanzato
  • a chi cerca una terapia non chirurgica LASER assistita
  • a chi ha la necessità di cure rapide in tempi ristretti

Ovviamente, è necessaria una visita propedeutica, per analizzare la situazione e capire se questo tipo di terapia e protocollo può essere effettuata.

L’obiettivo di Microdent, grazie alla sua filosofia di “odontoiatria sostenibile”, sarà comunque quella di salvaguardare il più possibile i denti naturali, evitando estrazioni di denti salvabili e sostituzioni con impianti.

In cosa consiste questo protocollo di cura per la parodontite?

Nella prima visita avremo un colloquio conoscitivo, per conoscere il paziente e per capire da quanto tempo i sintomi della piorrea si sono manifestati. Successivamente si procederà alla visita in poltrona e se necessario si eseguirà una panoramica di controllo. Sarà possibile portarne una esterna, se effettuata non più di 6 mesi prima.

A questo punto si potrà valutare il caso, e capire se la terapia rapida può essere una soluzione efficace per il proprio problema. Viene redatto un piano diagnostico, e se viene accettato dal paziente si può procedere a programmare l’appuntamento per la terapia rapida. In questo caso si possono cominciare fin da subito le indagini di approfondimento diagnostico: le foto del caso, le lastre, lo status radiologico e il sondaggio parodontale, dove verrà misurata la profondità delle tasche attraverso l’uso di una piccola sonda millimetrata.

La seduta di terapia vera e propria avrà una durata di circa 3 ore eseguito dal dr.Simone Stori. Dopo l’accoglienza in studio il paziente viene fatto accomodare in poltrona, e si può procedere con l’anestesia (questo protocollo richiede l’anestesia in tutta la bocca).

E’ una terapia “evoluta” di disinfezione integrale della bocca, in cui si sommano i vantaggi della Full Mouth Disinfection (rimozione di tutto il tartaro sopra e sotto gengiva) eseguita al microscopio per la maggiore completezza e minor invasività, con quelli legati all’utilizzo del LASER.

Durante la seduta si andranno a rimuovere o quantomeno a drasticamente ridurre, oltre al tartaro presente in bocca, anche i batteri responsabili dell’infezione.

Si comincia con un primo ciclo di LASER (laser a neodimio, non il “comune laser a diodi!), e sono numerosi i vantaggi potenziali di questa tecnologia:

  • stimola la coagulazione del sangue
  • grazia all’immediata cauterizzazione della ferita, evita il sanguinamento
  • elimina ed impedisce lo sviluppo dei batteri
  • ha un effetto anestetizzante, riducendo il fastidio
  • ha una invasività molto limitata rispetto alle terapie chirurgiche
    In seguito, si passa a una prima fase di terapia meccanica con rimozione del tartaro sopra e sotto gengivale col microscopio.

Infatti, il LASER da solo non sarebbe sufficiente a bonificare l'ambiente della bocca, ma è un utilissimo contributo per aumentare l’efficacia della terapia. E infatti, dopo la detartrasi, si passa a un’ulteriore fase, quella finale, con il LASER.

Grazie a questo procedimento, già nel giro di qualche giorno si può notare un notevole miglioramento dei sintomi della piorrea, quali alito cattivo, mobilità dentaria, sensibilità al caldo e al freddo e sanguinamento gengivale.

Nonostante sia leggermente più invasivo del comune trattamento effettuato da Microdent, è sempre non chirurgico e spesso i pazienti riportano praticamente nessun fastidio già dal giorno dopo!

Si può infatti in poco tempo tranquillamente tornare alla sua vita di tutti i giorni: nella maggior parte dei casi il post operatorio è indolore e non invalidante, e in alcuni casi si è registrata anche una ricrescita ossea (nel lungo periodo).

Per aiutare il processo di guarigione, sarà giusto consigliabile seguire delle semplici accortezze riguardo a:

  • alimentazione (evitando cibi duri)
  • farmaci da utilizzare (terapia con antibiotici e in alcuni casi uso di antidolorifico il giorno dell’intervento)
  • pulizia domiciliare come da indicazioni del medico.

Ecco un video in cui viene mostrata questa tipologia di intervento, che è stato eseguito sotto anestesia e quindi senza il minimo fastidio da parte del paziente.

Il primo controllo, quando possibile, viene fissato circa 10 giorni dopo l’intervento. Anche durante questa seduta si effettua una veloce rimozione della placca che si è generata in quel periodo, si controlla lo stato generale della bocca e si danno delle indicazioni avanzate e personalizzate di igiene orale.

Un ulteriore controllo ed ultimo controllo del ciclo di terapia viene fissato due mesi dopo, con una nuova seduta di rimozione del tartaro e della placca e un nuovo sondaggio parodontale, con una nuova misurazione delle tasche.

In questo caso si andranno a confrontare i risultati del sondaggio con quelli iniziali per vedere i miglioramenti dati dalla terapia.

A questo punto si procede con un accurato piano di mantenimento, per permettere di far durare per più tempo possibile i risultati ottenuti. Infatti, se non ci si sottopone a sedute di igiene periodiche (solitamente ogni 3 o 4 mesi), l’infezione parodontale ha un alto tasso di recidiva, che può essere evitata con un'impeccabile igiene orale domiciliare giornaliera e la rimozione del tartaro in eccesso effettuata dall’igienista regolarmente.

Grazie alla terapia rapida Microdent negli anni è riuscita a curare la parodontite di più di 4300 pazienti. Si tratta di un trattamento tecnologicamente evoluto, nella maggior parte dei casi indolore e a minima invasività, con concrete prove di successo grazie all’oggettività delle misurazioni del sondaggio parodontale.

In più, Microdent è a disposizione dei pazienti provenienti da fuori Bologna anche prima della visita, organizzando insieme al paziente gli eventuali spostamenti. Nel nostro studio dentistico abbiamo inoltre un protocollo pensato per la gestione dei pazienti con la paura del dentista, per evitare inutili ansie e per aiutare a sottoporsi alle cure in assoluta serenità.

Ecco la testimonianza di un nostro paziente che si è sottoposto a questo trattamento!

Se credi che il nostro metodo possa fare al caso tuo, prenota la tua prima visita chiamando il numero 800912068.

Per qualsiasi dubbio in merito alla terapia rapida, non esitare a contattarci: saremo a tua completa disposizione.

  • Visite: 31
  • Terapia Laser Microdent

    I centri Microdent adottano una terapia parodontale minimamente invasiva dai risultati validati oggettivamente grazie ad accurate analisi di laboratorio. I valori aggiunti sono una approfondita diagnosi seguita da una terapia di tutta la bocca con l’ausilio del microscopio e del Laser a neodimio, più potente ma meno fastidioso dei “comuni” Laser a diodi.
  • Diagnosi Strumentali

    Dato fondamentale per elaborare la diagnosi è il sondaggio parodontale, detto anche cartella parodontale, ossia una “mappatura” di tutta la bocca che permette di valutare e monitorare nel tempo la situazione.
  • Nuova Sede Microdent per il Sud Italia

    A Salerno, all’interno del palazzo di cristallo di via Santi Martiri Salernitani 15, è presente la sede di Microdent, centri con un’importante e decennale esperienza nel trattamento non chirurgico minimamente invasivo della parodontite...

    Sappiamo quanto siano importanti le certezze!

    I protocolli Microdent sono stati sviluppati in oltre 30 anni di pratica, migliaia di ore di studio e oltre 4300 pazienti trattati.

    Lavoriamo ogni giorno per migliorare la vita delle persone affette da problemi parodontali.

    La nostra volontà è quella di offrire le soluzioni più adatte in base alla persona, offrendo professionalità e competenza.

    Cura della parodontite in Sintesi

    Una storia lunga ormai 30 anni, fatta di passione per il proprio lavoro, amore per la tecnologia e con una sola missione: debellare la parodontite nei nostri pazienti con le tecniche meno invasive ed efficaci, preservando i denti il più possibile e abbattendo la paura del dentista.

    Dentista Bologna

    Microdent Dental SPA

    Dott. Simone Stori – Dentista Bologna – Esperto Cura della parodontite Dr. Simone Stori Iscritto all'Ordine degli Odontoiatri di Bologna numero 1575 P.IVA 07217640726

    © Microdent. Riproduzione Vietata anche se parziale - Powered by Mario Pompilio.